Il cinema di Neanderthal

Uomini primitivi, donne delle caverne e clave di gomma

image

Per la serie “si stava meglio quando si stava peggio”, opto per una brevissima incursione nei tempi che furono e mi flagello sorridente con due pellicole coraggiose per coraggiosi. Uomini primitivi, clave, caverne, parrucconi posticci e costumini pelosi in salsa Hammer film.

Creatures the world forgot (la lotta del sesso sei milioni di anni fa)

image

Curioso il fatto che SinisterFilm, distributore del Dvd, ad inizio visione ci segnala che il film comprende scene tagliate non doppiate in italiano e quindi in lingua originale sottotitolate.
Lingua originale??? In quest’opera di mesozoica memoria gli attori emettono solo grugniti per tutta l’ora e mezza di durata della pellicola.
Altro che audio italiano. Qui si va a gesti e “huga-huu-argh-muuu”.
Ed e’ bellissimo cosi’, se ci aggiungete una birretta forte, c’e’ di che godere…che grugniti a parte assistiamo ad almeno una decina di scene memorabili. Prima tra tutte quella che ci presenta i protagonisti da gggiovani con due parrucconi impolverati che quando li vedi non ce la fai. Devi aggrapparti al divano.

image

Come da prefazione, la pellicola e’ roba buona, buonissima, prodotta da Hammer. In originale titola “Creatures the world forgot” ma in italica penisola decidiamo per un sobrio e ponderato “la lotta del sesso sei milioni di anni fa” . Lotte poche e sesso nullo.
Pero’ ci sono qualche ottima tetta e una trama, da ricostruire tra un grugnito e l’altro, che racconta adolescenza e maturita’ di due ragazzotti di neanderthal, alle prese con i problemucci della quotidianita’ preistorica.

When dinosaurs ruled the earth (quando i dinosauri si mordevano la coda)

image

Si rimane in tema con la seconda perla, “When dinosaurs ruled the earth” che per il gioco crudele di un destino beffardo abbiamo tradotto con l’idilliaco “Quando i dinosauri si mordevano la coda”.
Non paghi dello scempio fatto con il titolo, gli uomini del marketing italiota osano oltre e si inventano un doppiaggio italiano che aggiunge ai soliti “hurgh-argh-hu-huu” degli uomini preistorici protagonisti, un terribile commento idiota alla “beavis and butthead”. Il mio consiglio e’ quello di goderselo in lingua originale. Come per il precedente “la lotta del sesso sei milioni di anni fa” non esistono dialoghi, ma almeno eliminate il commento cretino aggiunto in italiano in post produzione.

In questo secondo hammer film gli effetti speciali si sprecano, dinosauri improbabili animati passo-uno si susseguono per lo schermo, oltre alle solite tette giurassiche ci sono pterodattili, granchi giganti, triceratopi, varie ed eventuali.

Conclusioni a caldo

Se NON siete fan di Hammer film leggete qui:
So di essere discutibile ma io tutte le volte che mi ritrovo tra le mani roba di questo genere mi diverto come un matto. E puntualmente ci ritrovo anche indubbie qualita’. Ma come tutte le volte non prendete questo post come un invito alla visione perche’, giuro, non lo e’. Non per tutti almeno.
Semplicemente, e con molta meno fantasia, vogliate considerare le pellicole in questione come ottimi surrogati al peyote se avete l’ardire di desiderare una serata diversa.

Se (come me) adorate i prodotti Hammer leggete qui:
Per niente al mondo dovreste farvi scappare cotanta folle bellezza… Che tra l’altro, nella collana prehistorical, conta altre due perle, “One million years B.C.” e “Prehistorical women”. Qui non recensite ma altrettanto esuberanti. Buona vita.

Annunci