Su di noi

image….nemmeno una nuvola

il “noi” del titolo è plurale maiestatis, guardo i “miei” film da solo, scrivo da solo, commento da solo. Non faccio il cvitico, mi diverto a esprimere un opinione che, come tale,  non  deve essere necessariamente condivisa. Il blog vuole essere un isola per chi si diverte con un certo tipo di Cinema…. che diverte anche  me. Recensioni corte fatte in fretta e furia per chi ha poco tempo e tanta voglia.

l’amore e’ una favola

Questo blog vorrebbe essere chimicamente pragmatico e cinicamente chimico, per cui NON troverete le recensioni classiche, tradizionali, corrette di chi ne sa tanto piu’ di me. Le trame non le racconto, tanto i film che ci sono qui bene o male li avete visti, e se non li avete visti le trame le recuperate ovunque. Gli spoiler non mi piacciono nemmeno sulle automobili, quindi qui NON ne troverete, e nel caso, saranno abbondamente segnalati. Troverete invece la passione di qualcuno che si diverte a fare qualcosa, che al giorno d’oggi e’ comunque gia’ tanto, troverete recensioni veloci, buttate giu alla meno peggio, che tanto quello che conta e’ il pensiero. Troverete dei pareri, fondamentalmente miei, e di tutti quelli che si saranno presi la briga di regalarmi un commento. Troverete le mie estenuanti maratone, ore e ore di tempo passato a guardare tutto il guardabile ed anche l’inguardabile perche’ alla fine e’ bello cosi’. E se avrete voglia di lasciare un segno del vostro passaggio, se avrete voglia di condividere un pezzo di vita e di cinema, sappiate che siamo qui per questo. Grazie.

Annunci

132 commenti su “Su di noi

  1. Oh ma sai che prima di arrivare ai commenti, ti volevo dire della r del cvitico??? e volevo ironizzare sulla erre moscia…peccato 😦
    già fatto!
    ok grazie della visita, contraccambiata…seguirò…
    ciao
    Pan

  2. Grazie mille per essere passato dal mio blog. Ritorna pure quando vuoi, sei il ben accetto (anche se avevi solo sbagliato strada e stavi cercando il bagno eheh).

    Mi piace la presentazione ed essendo amante dei film, il mio follow è assicurato.

    Rock On!
    Zeus

  3. Complimenti, mi piace il tuo Blog, taglio originale ed intelligente, così mi sono iscritto! 🙂
    Spero di poterti essere utile anche con il mio blog.
    PS La foto del “Lupokatttivo” in realtà mi sembra quella di un cucciolone avanti negli anni e tenerissimo! eh eh eh 😉
    ciao

  4. Lupokattivone,
    grazie per essere passato chez moi e complimenti per il blog. Adoro il cinema pertanto sono già una tua follower 🙂
    Vado a leggermi qualche tuo post ora. Mi domandavo-quest’estate ho scoperto le commedie horror-hai presente il genere? Se si, puoi consigliare qualche titolo?

    • Grazie a te per tutti i commenti… E’ un piacere averti qui. Commedie horror…sicuramente li avrai visti ma i primi titoli che mi vengono in mente sono L’alba dei morti dementi, Zombieland, Vamp, e Black sheep… Se poi vuoi osare un po di piu, prova un bello splatterone come Dead Snow, forse uno dei migliori quest’anno.

      • Graziegrazie! Rimedierò sicuramente dato che questo inverno si preannuncia lungo e freddo.. tanto tempo per gli amati film. Ti faccio sapere!
        PS ho visto di recente Fright Night (versione originale), mi é piaciuto moltissimo, mi son fatta delle grasse risate. L’hai mai guardato??

  5. A quanto pare è qui che si ringrazia per il passaggio dalle proprie parti… Bel blog davvero! Per un aspirante cinefilo è un ottimo “luogo” di ispirazione!

  6. Bellissimo pacchetto di film: sia quelli belli sia, come dici giustamente, gli “inguardabili”. Ti scrivo perche’ ho visto 2 giorni fa Europa Report e ancora non me lo tolgo dalla testa. Modesto consiglio: provalo, perche’ a mio parere si stramerita di essere nella tua playlist! Ciao e avanti cosi’ che vai forte!

    • Grazie davvero per i complimenti. Europa report lo aspetto con ansia in dvd…appena esce lo sbircio e sicuramente ti faro’ sapere!!! Benvenuto sul blog torna a trovarmi 😉 . Un salutone.

    • Ops… E’ che gli apostrofi sono una rottura di balle terribile, come gli accenti, che con l’ ipad devi premere .?123 e poi l apostrofo, e poi di nuovo abc per tornare alla tastiera… E allora spesso felicimente li dimentico :D… Che poi come dicevo dopra, quel che conta e’ il pensiero no? 😉 e poi adesso non lo posso piu’ correggere che se no il tuo commento e la mia risposta non avrebbero piu ‘ senso. Indi introduciamo l apostrofo moscio, e grazie mille per il follow. Torna a trovarmi. 😉

  7. Ho scorso i titoli delle tue recensioni e ho pensato che non sono esattamente il genere di film che guardo io. Poi ho letto il “su di noi” plurale maiestatis e mi è piaciuto talmente tanto il modo in cui racconti il tuo blog che ti seguirò, così magari allargherò i miei orizzonti cinematografici. Bel lavoro! A presto.

  8. Complimenti per il bel lavoro che fai con questo blog così libero. In mezzo a chi non ha non ha ancora rinunciato ad usare la materia grigia ci si sente decisamente a casa. E grazie per il tuo gradimento sul mio post su La grande bellezza. Vincenzo (cieloeterra)

  9. Grazie per i “mi piace” e per il follow che sono lieta di ricambiare dato che amo il cinema, anche se purtroppo buoni film di fantacienza ce ne sono in giro pochissimi grazie al maledetto vizio di cambiare (troppo spesso) i libri da cui sono tratti.
    Ma questa è un’altra storia.
    Tornerò a leggerti.

  10. Grazie per il follow – che ho ricambiato visto che abbiamo in comune l’amore per il cinema, anche se sono ben lungi dal considerarmi una cinefila, (mancano ancora un sacco di film alla mia personalissima collezione di “film visti”, ma spero di rimediare)… ma posso chiederti come hai trovato il mio blog?
    Lo chiedo per pura curiosità, eh? Perchè comunque è relativamente nuovo – un mese non credo valga per “farsi conoscere” – e le statistiche che offre WordPress.com non mi hanno aiutata a “capire” da dove sei spuntato xD

    • Ciao e benvenuta….spulciavo il web su ghostbusters….e ti ho pescato 🙂 non mi chiedere in che modo perche’ onestamente non me lo ricordo. Comunque contento di ritrovarti qui 🙂

        • Guarda dasha, se ci sono due film che non devono essere rebootati ecco a mio avviso quei due film sono 1997 fuga da NY e ghostbusters. Troppo perfetti..e si sa la perfezione non e’ migliorabile 🙂

  11. Grazie della visita, ricambio volentieri 🙂
    Anche se ho la erre moscia 😀
    (è il primo commento che ho beccato e ho detto” Oh caxxo!” 🙂 )

  12. Bella grafica e presentazione del blog. Ho dato una scorsa ai film recensiti da spettatore perché non li recensisco. Tuttavia il loro stile è leggermente intellettuale con disegno e di buon livello come recensioni.

      • Sicuro…E se Ti piacciono le inchieste Visita e leggi gli articoli su Janni Corallo a firma mia e di Grazia Favata. Un libro Irrequieta di sera di Jenni Corallo che ha venduto (rifiutato dalle grandi case editrici) oltre 10000 copie, bellissimo ritratto di vita femminile ora tradotto anche in Francia.

  13. Un blog su :”recensioni film di fantascienza, horror, mostri vecchi e nuovi, zombie, alieni, navi spaziali, cavalieri, maghi, armature e castelli, cult e culture, vampiri e lupi mannari, flop e blob, pianeti sperduti, figli di godzilla e padri da un altro mondo, cose viste da noi umani”…no ma posso davvero morire felice ora! Meraviglioso a dir poco, per una che pur di vedere gli horror va al cinema da sola e ha fatto la tesi di triennale sulla figura femminile nel cinema horror giapponese contemporaneo è una manna!! Grazie al tuo blog potrò farmi una cultura mirata e sconfinata!! grandissimoooo

    • Ehehe sto commento lo incornicio 🙂 🙂 grazie davvero delle belle parole, anche se, considerata la tua tesi, mi sa che sono io a dover imparare da te !!! Benvenuta, aspetto i commenti ai post con ansia 🙂

      • beh grazie ma non sono all’altezza di insegnare nulla, posso solo dare qualche parere personalissimo e tentare qualche recensione strampalata tra un post e l’altro 🙂

  14. Ciao, grazie per esserti iscritto al mio blog, provo a ricambiare ma i mostri e gli schizzi di sangue mi fanno impressione! Mi piace il fantasy ma odio l’horror. Apprezzo le streghe buone della serie “Streghe” che hanno mandato in onda sulla RAI, gli alieni dolci come ET, Re Artù della Disney con Mago Merlino, posso arrivare a vedere “Il signore degli anelli” anche se è un po’ violento. Ma cercherò di tanto in tanto di buttare l’occhio sul tuo blog per estendere la mia cultura cinematografica.

  15. Molto interessante la tua presentazione. Tendenzialmente sono una che diventa pallida (eufemismo durante una trasfusione sanguigna), ma la curiosità non mi lascia mai. Però pensaci. Le ibridazioni tra contenuti di blogger possono generare originalità 🙂

  16. Bonsoir lupokatttivo, grazie per avere apprezzato un mio articolo e per la (saggia?) decisione di seguire il mio blog: è una delle prime iscrizioni, quindi ringrazio davvero per la fiducia incoraggiante. Mi sono permessa di gironzolare un po’ su Cinemanometro. Tra un ghigno benevolo alle spalle di Christopher Lambert e un moto di disapprovazione per la definizione di Capitan Harlock “quel soggettino capellone, pelle e ossa”, la decisione è presa: mi iscrivo. Un saluto!

  17. Grazie mille per il passaggio e complimenti per il blog 🙂 Ho dato un’occhiata rapida all’elenco delle recensioni, nei prossimi giorni me ne leggo un po’ con calma… da quello che ho visto credo proprio che il tuo stile mi piacerà parecchio 😀
    A rileggersi 😉

  18. Come mostri, lo ammetto, mi fermo a “Hotel Transilvania”, “Paranorman” e simili (con la scusa dei figli 🙂 ) però il tuo stile mi piace molto e la tua presentazione mi ha definitivamente convinta: ti seguo, e se non mi verrà voglia di andare a vedere i film commentati… almeno mi godrò il commento 🙂
    Grazie del passaggio e dell’apprezzamento e buon anno cinematografico (e non solo)
    Alexandra

    • Ciao ale e benvenuta…. Il blog serve per il commento…!!!!! 😀 tanto i film con i mostri qui non li vedi….quindi….conto davvero di rileggerti tra queste pagine 🙂 un salutissimo 😉

  19. Ciao e grazie per l’iscrizione al mio blog! Piano piano leggeró anche il tuo, mi iscrivo visto che siamo entrambi “cvitici” di film 😉
    Saluti!

  20. Sorrido leggendo questo invito, tanto delicato – un bel contrasto con i film che ho intravisto. La verità è che avrei qualche difficoltà nel commentare. Sono di passaggio, all’inizio per caso, poi per curiosità, e devo ammettere che i rari film che vedo sono di altra natura.
    Ma una parola su Battle Royale la posso lasciare – unico film di questo blog che ho visto, più per amore del Giappone che del cinema. Estremo. Terribile. Bello. Profondo. Come sempre i giapponesi vanno all’essenza del visibile e dell’invisibile.
    Una carezza al cucciolone. Lilia da Frusseda

    • Ciao Lilia, grazie un milione del commento…delicatissimo anche lui… Condivido appieno le tue belle parole su BR, eddaii torna a trovarmi… 😉 il cucciolone ringrazia

  21. Pingback: Boomstick Award ’15 | ilperdilibri

  22. Lupetto caro perchè il bisogno di sottolineare? Dimmi chi ti ha preso per le ‘recchie ed avrà a che fare con me. Grrrrrrrrrrrrrrrrr
    Tu mi piace, ops nn tutu ma tu cone sei nel tuo blog perchè rappresenti un mondo sconosciuto che forse stupidamente non ho mai approfondito. A qualcosa sei servito, leggo, mi ‘documento’ e anche questa mi soddisfa.

    sheravantituttamentretipensaconunLupocheleèmoltoconGENIALE

  23. Pingback: Premiazio isterica | ilperdilibri

  24. Le recensioni che scrive LupoKattivo sono un’anomalia nel mondo del web e questo non solo perché egli stesso (il nostro Lupacchiotto) è persona anomala (non disturbata, tutt’altro, ma lucidissima), ma perché il suo blog è un tempio dove si professa una religione di cinema “sotto pressione” incredibilmente coerente e costante: sia che recensisca una vaccata di dimensioni epocali (come un film di castori non-morti che si muovono come muppets orrorifici impagliati da un pazzo), sia che faccia classifiche sui film più rappresentativi della WWII (in cui uno dei parametri estetici più rilevanti sembra essere la presenza o meno di carri armati), il suo credo, promulgato ad alta voce è il medesimo: “[…] Questo blog vorrebbe essere chimicamente pragmatico e cinicamente chimico, per cui NON troverete le recensioni classiche, tradizionali, corrette di chi ne sa tanto piu’ di me. Le trame non le racconto, tanto i film che ci sono qui bene o male li avete visti, e se non li avete visti le trame le recuperate ovunque […]”.

    Questo però non è tutto.
    Perché il primo comandamento di LupoKattivo è semplice e diretto ed è MI PIACCIONO I FILM DI MOSTRI e per “MOSTRI” (quelli veri) noi, che amiamo certo cinema, sappiamo che Lupo intende quelli dove l’attore indossa un c***o di costume, dove sangue, interiora, arti smembrati, tendini che sfrecciano come corde elastiche, bulbi oculari che rotolano come uova sode sulla maionese liquida, tutto questo ben di dio deve essere realizzato senza troppa computer graphic (se vuole essere al suo massimo).

    In quest’ottica, il non-plus-ultra di certo cinema è nettamente e decisamente il gore-horror giapponese, che ha una sua bibbia, attenzione, la quale, come tale, è anche progenitore del film qui recensito e diretto, dieci ani or sono, dalla coppia Yūdai Yamaguchi e Jun’ichi Yamamoto: tale testo sacro, imperdbile per qualsiasi appassionato di cinema che si definisca quanto meno “curioso”, è il capolavoro cyberpunk di Shinya Tsukamoto “Tetsuo”.

    Vi prego di non rimanere stupiti o offesi dall’accostamento, ma la pellicola di Tsukamoto, pur senza davvero essere compresa a fondo, ha goduto di un lavacro intellettuale, grazie allo sdoganamento dell’allora critico di moda Enrico Ghezzi, che ha portato questo film agli onori delle cronache giornalistiche, ma la potenza della mutazione del corpo, delle sue trasformazioni non in animale ma in cyborg, laddove la carne si mescola all’acciaio ed ai cavi elettrici, ha radicato le sue malate ed insidiose nervature sin nel cuore del mainstream e così ce le ritroviamo anche in Star Trek, perché davvero nessuno può dimenticare la popolazione aliena dei Borg…

    LupoKattivo, fedele seguace della sua stessa religione, non vi ha raccontato la trama di questo film, ma sappiate che ne ha una ed è anche una trama potente, una storia d’amore estremo che vi lascerà stupiti, costellata di piccole finezze (da scorgere spostando dall’occhio le budella inzuppate di sangue) significanti, come il fatto che durante la trasformazione dei corpi aggrediti dai parassiti gli occhi (lo specchio dell’anima) sono l’unico termometro per capire l’avvenuto completamento della mutazione: se un solo occhio è coperto, allora siamo solo a metà.

    Io, che sono un seguace eretico della religione di Lupo (pensate che il secondo dei comandamenti dovrebbe essere la brevità… mi hanno cacciato dal tempio il secondo giorno…), devo professarla a distanza, ma sempre con tanta passione e quindi vi parlo di questa trama ma senza spolier (terzo comandamento del Lupo)!

    Un perdente nella catena sociale di comando ed una donna di cui è follemente innamorato, un boss aguzzino e sfruttattore (che è anche il capo di lei, in quella terribile metafora, spesso presente negli horror giapponese, della schiacciante piramide di potere con cui è costruito il mondo del lavoro in Giappone) ed una serie di combattimenti con mostri che sembrano la versione extreme-splatter degli animali mutanti dei Powers Rangers, quindi la virata eroistica, la costituzione di una coppia padre-figlio ed una missione di salvataggio.

    Il film pullula di scene mostruose ed i mostri sono come Lupo comanda ed ha un finale grandioso, in cui lo spettatore viene introdotto al mondo dei parassiti e alla loro logica deviata ma lucida.

    Una grande opera, da non confondere con tanti baracconi americani, in cui una scadente CG sostituisce il lavoro artigianale e dei cesello che artisti come Keita Amemiya, che anche in questa pellicola hanno dato sfogo al loro genio, con carne e metallo, per creare non dei banali golem ma dei veri guerrieri, eroi o malvagi.
    Lunga vita ai mostri giapponesi, lunga vita a Lupo Kattivo!
    P.S. Il film costa meno di 10 euro in DVD e lo si trova su molti siti inglesi persino a meno di 5!!

dai commenta! Non fare il timido

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...