Specialino: Fantaculti in bianco e nero

mi raccomando la “T” in fantaculTi…

vlcsnap-2015-04-11-11h18m47s250

In queste settimane ho dato fondo alla mia riserva di dvd anni 50, fantascienza silver screen, in bianco e nero, con i mostri di gomma e non solo.
Sono a raccomandare un po di perle visionate di recente, da guardare rigorosamente prima di addormentarsi, per un calda calda buonanotte, dai tempi compassati e con audio basso, per godere, sonnecchiosi, del doppiaggio d’epoca.
Ne seguiranno altre, che in sto periodo, mi gira così. Intanto godetevi questi.

Il mostro magnetico:

vlcsnap_2015_03_05_17h11m57s249

Tempi andati, pochi effetti speciali, poco mostro (poco piu’ che un fascio di luce, che ci si divertiva con poco. Il nostro Antonio Margheriti fece qualcosa di simile, in tempi vicini, con “i diafanoidi vengono da Marte”, per la collana Gamma Uno).
Storia lenta e spassionata, divertenti le indagini a suon di contatore Giger, per scoprire cosa si cela dietro al magnetismo che al Mostro (magnetico appunto) piace tanto.
Martelli che volano e attrezzi vari che si spostano nell’aere. Epico.

X contro il centro atomico:

X The Unknown (1956)_015

Roba di Hammer, in originale “X the unknown”. Doveva essere l’ennesimo episodio del mai troppo lodato “Dottor Quatermass”, ma in produzione ci si incasina un po’ e quindi via libera al nuovo titolo e al nuovo professore che “Quatermass” non è.
Il filmone fa il verso a “Blob”, il mostro, che si staglia contro il centro atomico, come da titolo nostrano, è una fanghiglia nera come la pece, che brucia a distanza ravvicinata una pletora di malcapitati.
Effettoni d’epoca e qualche escursione nello splatter del tempo. Mitico

Madra il terrore di londra:

4593830_l2

L’alieno, che arriva da Ganimede su una palletta di plastica argentata, in realtà si chiama Medra. Tradotto in “Madra” dai nostri marketing specialists del tempo che fu, una volta tanto con buon senso…..che in italiano medra è l’anagramma di un’altra parola che fa poca fantascienza e molto metano.
Piu’ thriller d’essai che fantascienza, l’alieno si vede poco e male, ma la storia acchiappa.
Lui accatta ragazzotte volenterose che posano per “Bikini Magazine”, e se le porta sul suo pianeta… lo scopo? Non si sa, nessuno lo dice, ma vista la prestanza delle signorine ci possiamo fare qualche idea. Raccomandato.

Per la cronaca, i titoli si trovano felicemente in Dvd italico grazie alla mai troppo lodata “Sinister film”.
Come sempre, da gustarsi solo qualora siate fan della fantascienza di livello, e d’annata.
Per tutti gli altri c’è sempre Sanremo.

Annunci

35 commenti su “Specialino: Fantaculti in bianco e nero

  1. Di horror e film anni 50 c’azzecco poco e ci capisco pure meno.
    Però di ragazzotte in bikini un po’ me ne intendo… quindi magari l’ultimo me lo sparo pure 🙂

    • Ode alla sinister!!! Ne ho comprati davvero troppi in questi anni…ma la musichetta iniziale e’ come il canto delle sirene…poi nella roba che guardo io c e’ sempre la mitica introduzione del buon luigi cozzi…e’ diventato il rito della buonanotte 😀

  2. Uuuh!
    Che delizia Lupo!
    Hai servito un tris di prelibatezze veramente nicchiosissime… ancora mi ricordo lo strillone sul manifesto originale del “X: The Unknown“…It KIlls, but cannot be killed”, eh?
    Come direbbero nella capitale ‘sticazzi!
    Hai giustamente citato “The Blob” per le tipologie di “X“, ma quello che molti non sanno è che il film di Leslie Norman (del 1956) è venuto prima di quello di Yeaworth (del 1958)!
    Lode quindi al mostro di fango, forse meno creativo del mostro magnetico, ma più bello da vedere!
    Con Madra siamo già nel pieno degli anni ’60 e le influenze del decennio precedente le si vedono tutte!
    Il titolo che preferivo di questo film era “Blood Beast from Outer Space”, così inquietante e più bello del poliziesco “The Night caller”… Poi, le ragazze in bikini (alla Hammer il sesso ha sempre avuto un senso) e lo spiegone finale con il monito per noi terrestri a non sprecare ciò che abbiamo… figherrimo!

    • it kills but cannot be killed lo dicevano anche i sigue sigue sputnik in un grandioso pezzo simil techno anni 80!!!! mitici.
      non credo che blob abbia copiato x e viceversa…direi siano usciti in sala in contemporanea, anche se prodotti con qualche anno di differenza….ma puo’ essere che mi sbaglio, pero’ ricordo un qualche critico figo (ma magari invece era solo Cozzi….amore totale per quest’uomo) che ne parlava in qualche special…ripeto magari mi sbaglio.
      che sia piu’ bello di blob, condivido, meglio anche il mostro!!!
      madra invece….aaaaaahhhhh…..che goduria fratello kasa….bellissimo trovarti sempre preparato e sul pezzo…sei la mia fonte inesauribile di gossip cinematografico…. ode al maestro..

      • A occhio e croce direi che c’è un anno e mezzo di differenza tra X e BLOB, ma penso anch’io che il secondo non abbia copiato dall’altro… Comunque, considerando che era nato per essere un seguito (poi non accolto) di Quatermass, il Mostro Magnetico è un gran bel film…

        Andando OT, ma lo sai che sto andando fuori di testa per il film mai realizzato di Dune da parte di Jodorowsky? Sto raccogliendo un botto di materuiale interessantissimo su questa pellicola “unmade” (come si dice in gergo per dire “non fatto”, ma così fa più figo…) che Jodorowski preparò nel 1973…

        Ti linko il contributo in qualità blu-ray più bello che ho trovato qui sotto:
        https://genvideos.org/watch?v=Jodorowskys_Dune_2013#video=XLzx6pKOuDReOJJDHdZrZgGQmCwxGhuHb9L9JHWxEo0

        Mentre qui il trailer dello stesso documentario.
        Una figata…

        • pauuuraaaaa….. io sempre cerco nuove dune…p.s. mi sono appena vista la versione estesa alan smithee….ti diro’ che l ho adorata….peccato manchi la mitica scena della cardio valvola ma per il resto…grandissima…

  3. Oooo che meraviglia di post. Devo provvedere a documentarmi bene, voglio contribuire con un commento come si deve. Intanto grazie, è un tuffo nella memoria, rigorosamente magnetica, del sottoscritto!

  4. Visti oggi sembrano film comici, ma “allora” facevano la loro brava paura. La trama c’ era e tanta. Non per niente molti di questi sono finiti a Remake. Perché
    mitiche (per me) e intramontabili queste “pellicole”:
    L’ invasione degli ultracorpi
    Il pianeta degli uomini spenti
    La guerra dei mondi (il primo, quello a due colori)
    Ultimatum alla terra (sempre quello a due colori)
    La cosa (insistentemente in B/N)
    L’ ultimo uomo sulla terra (cioè “Io sono leggenda” dei nostri giorni)
    L’ astronave atomica del Dottor Quatermass
    Cittadino dello spazio
    etcetera etcetera etcetera
    Qualcuno, invece del remake ha pensato di fare l’ operazione opposta: realizzare un film di fantascienza in B/N, vedasi “A prova di errore” con “Giorgio” Clooney. Interessante.

    OT: Fanculo al Festival di Sanremo

    • ciao walter, grandissimo!!
      utracorpi: da paura pietra miliarissima, anche se personalmente prefersico il remake terrore dallo spazio profondo. (non ivasion con la kidman che ..vabbe)
      uomini spenti: ce l’ho li sullo scaffale ma non l ho ancora visto…margheriti pero’ mi piace sempre
      la guerra dei mondi, amato il primo e adorato anche quello di spielberg (trovi la rece qui sul cinemanometro)
      ultimatum alla terra, buono l’originale, remake orrido
      la cosa…piaciuti tutti il primo, il carpenter, e anche il remake del remake
      l’ultimo uomo sulla terra…manca…visto e piaciuto pero’ il simile “occhi bianchi sul pianeta terra”
      quatermass : niente da aggiungere bellissimi tutti
      cittadino dello spazio culto totale
      e complimentoni per il gusto!!!!

      • Anche a me piace Occhi bianchi sul pianeta terra, un poco meno la parte finale. Non l’ ho indicato perché non è in bicromo.
        Chicca: nella parte iniziale quando Charlton Heston gira con la macchina nel centro deserto della città, se ne vede un’ altra che sbuca da una traversa. 🙂 Anche questo è cinema.

dai commenta! Non fare il timido

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...