Fast and furious 7

Piu’ forte ragazzi

image

Quando si parla di Fast and Furious sono uno della vecchia guardia.
Orgogliosamente.
Oltre ad avere immensamente apprezzato il primo, credo di essere tra i pochissimi a cui il secondo è piaciuto anche di più.
Il terzo lo sappiamo tutti e’ trascurabile.
Il quarto non lo ricordo granche’, e non e’ un buon segno. O magari sto diventando anziano e la memoria fa le bizze. E comunque neanche questo è un buon segno.
Il quinto…il sesto… Ecco succede che ad un certo punto il “fast” e lo “furious” diventano due specie di agenti segreti alla Bond, alla Tom di Mission Impossible, insomma le macchine, le gare clandestine, dove cazzo sono? Ma si, lo so ci sono…però sempre meno. Si cambia.
Mi hanno truccato la serie…si è partiti in un modo e si finisce in un altro.
Ci ho messo un po ad abituarmi al nuovo corso, perché, appunto, sono della vecchia guardia.
Ci ho messo un po anche a tollerare ed accettare che le macchine tamarre sarebbero diventate solo ed esclusivamente lo strumento di una tecno-gang super organizzata, che si associa con la polizia che prima gli dava la caccia, che……che…..che poi succede che ci sono i mitragliatori, i cazzotti, i carri armati, la Michelle Rodriguez.
Insomma me lo hanno incasinato e ci ho messo un po. Hanno cambiato rotta e ci ho messo un po.
Ma ho continuato.
Avido, fiducioso, imperterrito e imperturbabile.
E alla fine sono stato premiato. Premiato con Dwayne “the-rock-re-scorpione” Jhonson che da un paio di episodi ha portato un vento fresco, freschissimo di tramontana, premiato con Kurt Russel, premiato con Jason.
Spacca.
Davvero.
E’ bellissimo il nuovo, nuovissimo “Fast and furious 7”. Il migliore di tutti per chi scrive. Anche se le macchine tamarre con le lucine colorate e le vernici metalliscenti sono ormai poco più che un contorno. Ci sono botte da orbi e spettacolo puro per due ore che volano. Anzi sfrecciano. E c’e, sul finale, un addio, toccante, davvero, al nostro Paul Walker.
Che stringe il cuore e lascia un po’ di tristezza dopo tanto godimento.
Si torna alla realtà amici.

Annunci

40 commenti su “Fast and furious 7

  1. In certi ambienti il tuo post verrebbe spacciato per poesia, ma forse lo sai.
    Se invece non lo sai, devi saperlo, perché non hai mai scritto così o meglio ti sei sempre avvicinato, ma ora lo hai fatto: sembra di leggere Marinetti o un altro futurista, mancano solo le onomatopee, gli SBRANG, i KATABLOOM, i WROAR e c’era tutto nel tuo pezzo, nella tua lirica.
    Poesia e musica, perché sei passato dal rombo dei motori dei primi film a quelli dei mitragliatori degli ultimi, fino al silenzio del commiato al defunto.
    Eh, si, perché c’è stato l’omaggio ed anche bello potente, per una saga dove abbiamo visto sia le macchine sia i piloti volare in aria, come rondini.
    Che tu sia uno dei miei guru lo sanno tutti, perché l’ho scritto in pubblico e lo ribadisco, ma questo non ti esimerebbe dallo scrivere una cosa sbagliata: sei umano, potresti farlo, no?
    No, perché se non lo provi a pelle non lo scrivi il tuo pezzo: non è per te un obbligo e non ti pagano a parole, quindi se è sbagliato (se non lo “senti”) non lo fai.
    Quindi no, non puoi sbagliare: puoi forse dire che è bello ciò che per altri (per me) non lo è, ma chissene, perché tu lo provi come tale e perbacco lo fai vivere anche agli altri.
    Poi con “Fast & Furious” giochi facile con me: una serie di film che era bella già dal titolo e che ha mantenuto con dignità la sua forma fisica.
    Grande pezzo, grande Lupo.

    • Ecco, sei esagerato come fast and furious… Ma a me piace eh?!?!? Perché diciamocelo, a chi non farebbe piacere un commento del genere?!?!? Grazie un milione kasa…. Di cuore…. Ste cose ripagano 😀

  2. Sono sincero il primo e Tokio drift li ho quasi amati, il secondo hai ragione tu ha il suo perché, poi con gli altri boh. Gli effetti speciali e le macchine che rimbalzano senza problemi (e senza piegare il telaio) mi hanno stufato. Sarà che di quelli citati mi è piaciuta l’idea di raccontare – romanzando – un mondo plausibile… Sarà che le tipe smutandate poggiate sui cofani e i megaraduni a suon di Watt e cavalli li ho pure visti, ma gli altri capitoli fantasy no, non mi son piaciuti.
    Questo come sarà? Vedrò volentieri, sapendo che le lasagne come le faceva nonna…

    • Ah gianni, il secondo c aveva ste macchinacce coloratissime….quella verde acido era tostisdimo, poi quelle riprese che partivano dai tubi di scarico e passavano ai pistoni, in treddddi’ , minchia, dava davvero l idea di velocità assurda… E quelle cambiate…. Dopo sono d accordo con te… Bisogna abituarsi al fantasy… Ma se lo accetti, ti godi un bello spettacolo…non realistico… Ma un bello spettacolo 😀

  3. Non riesco a decidermi di vederlo……
    mi vien giu’ una tristezza Lupo mio…
    e sì che dalla malata che sn ho trovato qualcosa di positivo in Tokyo Drift o.O’

    • Lizettina mon dieu, ti dico un segreto… Sul finale quasi quasi mi commuovo…. E’ davvero tosto, ma dura solo 3 minuti…. Però intensi eh…. Dai guardalo… Merita… C è poi la battuta del ritorno di dwayne the rock dall ospedale che da sola vale il film… Poi te sei come il tuo lupaccio indi ti piacerà 😀

  4. Mettiamola così, questa serie non ho mai avuto modo di vederla, dal primo all’ultimo film, per cui non posso dirne niente… però non mi ha mai attirato in modo particolare e se non ho mai avuto modo è anche perché è un po’ colpa mia :D. Sarei stata curiosa di leggere cosa hai scritto del primo Fast and Furious, ma dando uno sguardo nella lista del blog non ho trovato nulla… Insomma, concludendo, visto che mi hai comunque incuriosito penso che almeno il primo proverò a vederlo. Promesso 😀

    ps. poi mi citi TheRock, che è uno dei motivi per cui ho visto una quantità di film che normalmente non avrei mai visto, tipo Pain&gain (e c’era Mark Wahlberg… conoscendomi è un buon deterrente), non so perché ma mi piace, è un tamarro col cuore d’oro, gli voglio proprio bene. Ah, non era lui quello che faceva la fatina dei denti? no, come si fa a non volergli bene?

    • Ciao fraaaa!!! Allora conoscendo il tuo amore per certe cose mi verrebbe da dirti… Parti dal 7. Tanto non ci sono implicazioni morali e poi se ti piace torna al primo. Parti dal sette perche’ c e dwayne, ma se lo guardi solo per dwayne allora parti dal sei…. E immagina il resto come un prequel 😀 si’ c hai ragione gli si vuole bene…. C ha na faccia…. 😀 😀

  5. Lo ammetto.. non sono proprio un fan di Fast and Furious, anche se i primi film, se non sbaglio i primi due, mi hanno intrattenuto. Ma tutto sommato non ho mai davvero seguito questa saga.. ma il tuo articolo, il modo in cui hai condiviso la tua passione, mi hanno fatto venire voglia di recuperare almeno questo settimo “episodio”. Bravissimo Lupo!

  6. Mentre vedevo ff7 (che ho massimamente gradito e presto ne scriverò) mi son trovato più volte a pensare cosa potrebbe essere uno di questi film se ci mettessero dentro pure il Tenente Cobretti oppure Jena Plissken o magari John McClane. Verrebbe fuori una cosa fa oscar, minimo, o più probabilmente da premio Nobel… Goduria goduria goduria

  7. Ti dirò, dopo il terzo [che non reputo all’altezza dei primi due…ma ho comunque tanto amato] anche io mi sono sentito tradito dalla serie che ha perso sempre più Fast&Furiousuità! Riguardando però tutti i film sembra quasi di vederci un disegno già prestabilito [alla fine sono andati a culo, ma sembra quasi fatto apposta]. Il centro di ogni film non è mai stata la corsa in auto ma l’auto in se [ugualmente usata sia per una corsa che per una rapina] e soprattuto la famiglia.
    Io sono un grande fan di FF e non puoi immaginare [o forse si] come mi sono sentito durante il “saluto” finale a Paul Walker in quest’ultimo film, davvero toccante…

    • Si lo immagino invece perché ha toccato anche me, per il tradimento della serie sono d accordo con te, c e di bello che anche il nuovo look, alla fine ha ingranato e ora non mi dispiace per niente 😀 😀 ciao pizza!!

  8. Riporto l’articolo sul mio blog fatto dopo la visione del film al cinema:
    «Alcuni film si può aspettare di vederli quando escono in dvd, altri vanno assolutamente visti sul grande schermo ed è qui che esistono le miliardi di varianti, la gente sceglie di andare al cinema secondo la propria personalità. Io ho scelto di andarci per Fast and Furious 7.

    Di azione questa serie ne ha avuta sempre e di ottima qualità, chi la conosce dagli esordi ha visto come Brian O’Conner (Paul Walker) sia entrato nella ‘famiglia’ di Dominic Toretto e si sa, a Dom meglio non toccarla la famiglia!

    Paul Walker è morto prematuramente ma FF7 è stato portato a termine con l’aiuto della grafica digitale, perchè la ‘macchina’ dello spettacolo deve andare avanti, ciò non toglie che lo staff della serie ha pensato in grande, rendendo bellissimo il tributo finale a Paul, toccando il cuore di migliaia di persone, arrivando anche nel cuore delle persone che conoscevano Paul solo nell’ambito di Fast And Furious e allora ecco che dopo essersi visti una pellicola da cardiopalma, zeppa di azione, colpi di scena e corse dell’ultimo secondo, il film “finisce” su quella spiaggia, dove Brian gioca sulla sabbia con suo figlio e Mia.
    Si godono tutti la scena, ed io capisco che il tributo comincia, perché pare che gli attori abbiano smesso di recitare.

    Tutti osservano la famigliola felice, insieme. Toretto si alza e rimane li qualche istante, a contemplare sua sorella e ‘suo fratello’, poi si volta e Ramsay gli domanda «Te ne vai senza salutare?», ma Dom si volta, prende la macchina e va… a uno stop rimane col viso basso, affranto, finché una macchina gli si affianca. E’ Brian, che gli domanda «Te ne vai senza salutare?», sorride, e lì mi si stringe il cuore.
    La domanda che rivolgono a Toretto è quella che tutti rivolgono a Paul: te ne sei andato senza salutare? Ecco, questo è il tuo tributo, noi ti salutiamo.

    Molti dicono che il tributo è stato soltanto quell’ultima corsa, dopo che dallo stop sono ripartiti insieme, fianco a fianco, sino al bivio che il destino a scelto di far prendere al Paul.
    Io penso che il film sia finito su quella spiaggia e da lì gli attori veri hanno fatto il loro ultimo saluto.

    Per me è stato un film grandioso.
    fonte —> https://solo1altrariga.wordpress.com/2015/04/11/te-ne-vai-senza-salutare/

  9. Caspita, se questa non è fedeltà …. A questo punto se non ti invitano come ospite d’onore alla prima di Fast 8 mi incazzo! 😉
    Ottima recensione Lupo, sentita e spontanea 🙂

dai commenta! Non fare il timido

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...