Stargate

Emmerich stracult e fantapiramidi

image

Con sto caldo africano ci vogliono pellicole rinfrescanti.
Poche balle, poco cervello, azione giusta, un po di romanticismo e naturalmente i dischi volanti.
Dal canto mio ho ripescato un buon Emmerich d’annata.
Perche’ Emmerich, con tutti i suoi limiti, ci piace sempre.
Emmerich e’ la versione vintage di Paul W.S. Anderson con in piu l’happy ending e senza la Milla.
Tolti i primissimi lavori, vedi “Odissea sulla noah’s ark” e “Moon 44”, che sono tranquillamente evitabili, e tolti anche gli ultimi film, dal mitico “Indipendence day” passando per “Godzilla” e i due disaster movie che ricordo troppo bene, ho optato per un buon “Stargate”.
Stargate e’ invecchiato bene, Kurt Russel fa sempre la sua porchissima figura, qui in particolare e’ uguale sputato al “Guile” di “Street fighter”; la storia ha un suo nonsoche’ di credibile, soprattutto se confrontata con i documentari sugli enigmi alieni di mamma Sky, e gli alieni egizi sono ancora godibilissimi.

image

Certo il fascino che aveva negli anni novanta e’ un pochino scemato, gli effetti tengono ancora bene, ma il ritmo della narrazione ha un che’ di dilatato, abituati cone siamo ai bang-bang di Robert Rodriguez o ai montaggi psicotici di Michael Bay. Rimane pero’ una visione godibilissima, soprattutto nella prima parte, che a distanza di anni continua ad affascinare.
Poi comunque c’e’ l’alieno-faraone che ad oggi rimane un cattivissimo da manuale, e non parliamo dei guardiani con gli elmi che richiamano gli dei egizi: fantascienza iconoclasta tout-court.
Quindi se state grondando di sudore sul divano aspettando il moijto del fine settimana, perche’ non dargli una chance? Almeno rinfreschiamo il cervello.

Annunci

65 commenti su “Stargate

  1. Qui siamo in zona capolavoro, lupo mio.
    Filmone mitico mitico mitico.
    Lo vidi al cinema tanti tanti anni fa (troppi anni fa) e, ad oggi, è l’unico caso in cui tornai il giorno dopo in sala per vederlo di nuovo. A mia discolpa voglio precisare che ero adolescente e quindi facevo tante stupidate. Anzi no, non devo giustificare niente: sono fierissimo di esserci tornato.

    PS: porta i miei saluti a Tutankhamon, STRONZO!!!!!

    • porta i miei saluti a Tutankhamon, STRONZO, vale almeno quanto “sai volare testa di cazzo?” dell’insuperato TREMORS, o come il “sono tornato” del terminator del tuo post…. lap qui ci vorrebbe un post a parte…son quelle cose che ti rimangono dentro perché fanno parte della nostra adolescenza…. bei tempi…. stargate rimane godibilissimo anche oggi…nonostante il tempo ne abbia un po sbiadito l’originalità… un salutone

      • Lupo lupo lupo… tu c’hai poteri magici…
        Son settimane che sto lavorando ad un post “contenitore” dove mettere in fila tutte queste storiche battute…
        Piano piano vedrà la luce, promesso!!!!!

  2. Io amo Stargate! Mi feci regalare anche il cofanetto con la prima stagione. Poi a Lucca vidi un Jaffa con tanto di elmo controllato via radio dall’arma. L’arma si apriva e l’elmo si muoveva, era meraviglioso.

    • ciao lex…la serie a esser sincero non l’ho vista….. al film va anche il merito di aver dato inizio a ben 3 spin off…prima o poi mi ci butto a capofitto… anche se tra tutte quella che mi ispira di più è atlantis

      • Atlantis ho visto qualche episodio su Rai4 ma i personaggi non mi piacciono come quelli della prima stagione, é carina ma Sheppard non ha lo stesso carisma di O’Neill per me, sarà che era interpretato da Richard Dean Anderson nella serie principale 😉 Per me la prima SG1 resterà la squadra più bella di sempre 🙂 Tra l’altro in Atlantis a volte fanno riferimento proprio ai racconti e ai rapporti di quella squadra per risolvere i problemi. Inoltre era una serie che seguivo a 8 anni, é un pezzo importante della mia infanzia xD

          • Io ti consiglierei proprio quella, anche perché parte direttamente da dove finisce il film e racconta un po’ cosa sono davvero i Goa’uld, Atlantis inizia molto dopo. Poi magari sono di parte, SG1 è stata una delle serie che maggiormente ho amato da piccola ma sinceramente gli episodi più belli li ricordo quasi tutti nella prima stagione dell’SG1. Poi se non ti piace puoi sempre saltare ad Atlantis xD

                • sbirciato…. citazione cinematografica eh? rispondo:

                  Jena Plissken: Che parliamo a fare?
                  Bob Hauk: Ho un affare per te. Ti sarà perdonata ogni azione criminale che hai commesso negli Stati Uniti. C’è stato un incidente: circa un’ora fa un piccolo jet è precipitato nel centro di New York, c’era a bordo il Presidente.
                  Jena Plissken: Presidente di che?
                  Bob Hauk: Questo non è spiritoso. Tu entri la, trovi il Presidente, lo porti fuori entro 24 ore e sei un uomo libero.
                  Jena Plissken: 24 ore, eh?
                  Bob Hauk: Ti sto facendo un offerta.
                  Jena Plissken: Balle…
                  Bob Hauk: Attendibile e onesta.
                  Jena Plissken: Ci voglio pensare.
                  Bob Hauk: Non c’è tempo. La risposta.
                  Jena Plissken: Fate un nuovo Presidente…

  3. A differenza di te, io invece non ho molta considerazione del nordicissimo Emmerich, questo tedescone adottato negli States, che mi ricorda tanto uno di quei ballerini altatesini che danzano in pantaloni corti e calzettoni e si prendono a sberle in girotondo…
    Ecco, per me Emmerich è come l’altro tedesco naturalizzato, Wolfang Petersen: un film indimenticabile (“La Storia Infinita”) e per il resto calma piatta (“Troy”? Davvero, siamo seri? Oppure il presidente degli Stati Uniti che sgomina i terroristi in “Air Force One, ma per favore, non è mica Putin, che allora sarebbe credibile…), come l’encefalogramma dei suoi sceneggiatori.
    Dicevo, però, un film indimenticabile, perché anche per Emmerick, malgrado l’enorme successo di botteghino dei suoi colossal, il film della sua vita, mai eguagliato, resta senza dubbio “Stargate”, una pellicola che dovrebbe fare parte della videoteca di chiunque a casa propria e non scaricato su hard-disk, ma in Blu-Ray, lì sulla mensolina sopra il Tv, vicino agli altri sci-fi imprescindibili anche per i non appassionati sfegatati, come “Matrix Saga”, “Star Wars Saga”, “Terminator”, “Dune”, etc.
    Stargate” è infatti un film perfetto, calibratissimo, avvincente, con quella verosimiglianza storico-scientifica in stile “Enigmi Alieni”di History Channel, con un cast tutto in parte, a partire dall’inquietante Jaye Davidson, assistente di moda e figura di spicco nell’area LGBT londinese, dopo la sua apparizione nel film di Neil Jordan “The Crying Game (La moglie del soldato)” e voluto da Emmerich per questione di amicizia e di solidarietà, per finire con Kurt Russell, uomo che se fossi imperatore del mondo avrebbe una speciale onorificenza e potrebbe girare gratis in aereo in tutto il pianeta solo per aver interpretato Snake Plissken e Jack Burton nei due capolavori di Carpenter, regista che a differenza di Emmerich ha fatto quasi solo film bellissimi e piango al solo pensare di paragonare le due filmografie…da una parte “Indipendence Day”, “Il patriota”, “The Day After Tomorrow”, “10.000 AC”, “2012”, “Anonymous”, “Sotto assedio”, mentre dall’altra “Halloween”, “The Fog”, “La cosa”, “Grosso guaio a Chinatown”, “Essi vivono”, “Fantasmi da Marte” e tanti ne ho appositamente saltati per non infierire tsul già troppo sfigato Emmerich…

    Quindi, lunga, lunghissima vita a “Stargate” ed alla botta di culo che ebbe Emmerich a suo tempo, nell’incontrare il soggetto creato da Dean Devlin e poi trasformato a quattro mani in sceneggiatura., creando un film immortale.

    • Kasabake, no, non mi smontare Roland… non me lo puoi fare… io gli voglio bene, pure a lui…
      Come scrissi tanto tempo fa in mio post
      “Alla fine sono convinto che Roland Emmerich sia come Vittorio Sgarbi: eccessivo, fuori luogo, ridondante, “citazionista”, spesso volgare. Però sa sempre quello che dice e che fa. Quindi: o lo ami o lo odi, non ci sono vie di mezzo. Io… lo adoro: più fa il fracassone, più fa l’americanata, più fa il gigione, e PIU’ IO LO AMO!!!!!! Non cerca mai di darsi un tono, non si prende mai sul serio ed è sempre sincero con lo spettatore: “Stiamo cazzeggiando ed io ti sto raccontando una marea di puttanate, ma tu non devi credermi: devi solo divertirti!””

      PS: è riuscito pure a farmi digerire Cusack in 2012… non aggiungo altro 😀

      • Come lo presenti tu, me lo fai sembrare bravo…
        E’ che questi tedeschi che vanno a fare film negli USA mi sembrano sempre delle brutte copie sia degli europei che degli americani, ma magari mi sbaglio…
        La tua simpatia dirompente attecchisce su di me e mi porta riconsiderare goiudizi che credevo inattaccabili…
        Pero’ sul paragone con Carpenter se ne esce strisciando, dai, ammettilo!
        Su una cosa concordiamo: “Stargate” è eccezionale!!

        P.S. Kusac ho pregato per tutto il film che morisse… ah! Ho trovato incredibilmente il primo film della storia in cui ho gurdavo Kusac ed ho pensato “sa recitare?, lui?!?”, ma forse è un contagio dalla presenza della Moore… il film in questione è lo strambo ma bello “Maps to the Stars

    • su stargate siamo tutti d’accordo e mi fa piacere… su carpenter……carpenter…..kasa….carpenter è uno dei miei registi preferiti, e uno dei suoi film, precisamente quel escape from new york italianizzato in 1997 fuga da new york, e la sua “cover” fuga da los angeles, ecco quello li’ che citi giustamente anche tu per me non è un film, ma IL FILM, l’assoluto. indi come dicono al gratta e vinci: ponzi ponzi po po pom, ti piace vincere facile 😉 moltissimi a paragone con john ne escono irrimediabilmente sconfitti, e a tal proposito se hai voglia di spaerne di più sul lupo-pensiero ti posto il link ad un mio vecchissimo post: https://cinemanometro.com/2013/09/10/la-classifica-pompatissima-5-registi/
      e ad un altro piu’ specifico su jhon e suo prodotto : https://cinemanometro.com/2013/08/15/the-ward/ che sono sicurissimo commenterai… detto cio’ e assodato che jhon carpenter NON SI TOCCA 😀 sul tedesco che dirti… ci sono tedeschi e tedeschi…. c’è uwe Boll e c’è roland, roland è meno tedesco e piu’ american spirit…roland è romanticone…roland spacca mondi e li ricostruisce…e lo fa con piglio cazzaro…come paul w.s. Anderson…altro bistrattato che io amo… certo con lui le mezze misure non esistono… ricordo un tipo al cinema alla prima di Godzilla (quello di emmercih) che nella scena degli elicotteri, quando il lucertolone si defila tra i palazzi di new york inseguito esclamo’ “ma come fa Godzilla ad andare piu’ veloce degli elicotteri” io pensai che se accetti l’esistenza di Godzilla…allora devi accettare anche che vada piu’ veloce dell’elicottero… ecco l’emmercih pensiero sta tutto lì… se guardi i miei film, sappi che faccio come mi pare… non farti domande e lasciati portare lontano…. ti avro’ dissuaso? non so….rimane comunque sempre un enorme piacere parlare con persone intelligenti come te…. anche quando, giustamente, la si pensa in maniera diversa. lunga vita a kasa

  4. A proposito della fiction, essendomi sorbito tutte e 10 le stagioni di SG1 ed i due spin-off (che attenzione sono spin-off appunto della fiction TV e non del film), posso serenamente consigliartela: sarà una bella cavalcata (10 seasons sono tantine e lultime sono abbastanza pallose), ma tieni a mente almeno 5 cose:

    1. per le prime 8 stagioni si SG1 c’è MacGyver, ossia Richard Dean Anderson, che spacca!
    2. dopo l’episodio pilota, forse la cosa più brutta di tutta la fiction, dal due in poi è un crescendo di suspence, con le alleanze aliene e terrestri più avanti nelle stagioni (si raggiunge il climax di bellezza intorno alla quinta, sesta stagione), l’avvento di nuove razze ed i regali ai terrestri nuove armi (arriva il divertimento!!).
    3. i film sono belli, sono due, ma vanno visto dopo la stagione 10.
    4. Atlantis è incomprensibile senza aver visto almeno le prime 7/8 stagioni di SG1
    5. Stargate Universe è fighetta, cerebrale e malgrado la presenza del grande Robert Carlyle (molto più bravo come Tremotino in “C’era una volta”) è avvincente quanto aspettare che defluisca l’acqua da un lavandino otturato…

    • sono terrorizzato dalle 10 stagioni…ma ho come il dubbio di perdermi qualcosa che effettivamente vale…quindi se effettivamente vale ditemelo…. ditemi lupo guardale…e io lo faro’…ok me lo avete gia detto…mi tocca 😀

  5. Bel film! Ero un ragazzino quando lo vidi per la prima volta in Tv e mi piacque molto. E’ parecchio che non lo rivedo e, quest’articolo, me lo ricorda. Ho visto anche la serie, quella col comandante Sheppard, da cui prende spunto e non l’ho trovata male, ma non c’entra per niente col film.
    Secondo me, un secondo capitolo di questo film sarebbe stato una cattiva idea.

    • si’ Gamer, condivido… certi film vanno lasciati soli…e stargate è uno di quelli. certo non tutti i sequel vengono per nuocere (penso all’impero colpisce ancora) ma in questo caso speriamo nessuno faccia niente 😉

    • Atlantis è un seguito della serie principale, va visto prima l’SG1 o si capisce poco e nulla dato che ambientato parecchio tempo dopo il film. Il “secondo capitolo” in realtà è proprio la serie SG1 che inizia da dove finisce il film, se vuoi iniziare con le serie devi andare in fila dato che sono cronologiche, Atlantis e Universe sono spin off di SG1, tengono molto conto che si sia vista la serie principale, non il film XD

      • Adesso che mi ci fai pensare, avevo già letto che mi stavo inoltrando nella serie spinoff, ma mi sono comunque goduto la trama. Non è che poi mi interessasse molto dato che l’ho guardata a tempo perso su rai 4. Almeno quella di Atlantis mi è sembrata carina e niente di più.

        • Sì sì, non è niente di così astruso ma a volte fanno riferimento alle avventure di coloro che li hanno preceduti e a personaggi apparsi solo nel telefilm, quindi potrebbe risultare un po’ difficoltoso da quel punto di vista guardarla (sì che la vedevo anch’io a tempo perso su Rai 4)

  6. Emmerich ha sempre il suo perché… mio padre gestiva un cinema e io, anche da bambina, trascorrevo molte ore nella sala. Stargate è uno dei primi film che ricordo in modo nitido (insieme al primo Jurassic Park che non mi ha fatto dormire per giorni!!!). Lo avrò visto in sala una decina di volte… quando mi capita lo riguardo sempre con piacere…

  7. Fantascienza non è solo effetti speciali e trama.
    L’ applauso e una birra omaggio in questo film, s’ ha da fare soprattutto alla “guardarobiera”.
    Costumi ricercati e molto fedeli alle documentazioni di storia egizia. Anche l’ ambientazione del villaggio degli schiavi sembra far rivivere situazioni di un periodo oscuro quanto affascinante come quello degli “Dei del Nilo”. Si, in effetti la “storia” dello “Stargheit”, è originale, mette aria nuova nel panorama della fantascienza e difatti, sfocia nelle serie televisive di SG che, ovviamente, nulla possono con il film “pilota”. Idem con i successivi.

    Chissà se l’ ha visto anche Stephen Hawking e che idea si è fatto.
    P.s. Come cavolo fai a togliere Indipendence Day? Rimettilo subito a posto! 🙂

    • Ahaha walter indipendence è spettacolare…mi fa sempre schiattare dal ridere, soprattutto la scena dove will smith da il benvenuto all alieno schiantato con la navicella a pugni in faccia…e’ che faccio i post solo dopo aver riguardato il film in oggetto del post, e indipendence me lo ricordavo ancora troppo bene per rimetterlo nel lettore..sui costumi condivido…nella fantascienza in particolare trovo siano più importanti i costumi degli stessi effetti speciali… Vogliamo parlare dei costumi del dune di lynch ?!?!? Un salutone

      • In effetti Dune e i sequel per quel che mi riguarda, rappresentano fantascienza anomala. Fanno ridere i costumi, (uno addirittura fa volare come una mongolfiera), ma è interessante la “tuta tecnica” che ricicla l’ acqua. Molto simili ai costumi del film “Flash Gordon” del 1980. Ancora più inopportuna la presenza di Giancarlo giannini che poteva evitare di intraprendere esperienze galattiche con la “spezia” e la Gilda, nella serie: Dune – Il destino dell’ Universo.
        Ciao!

        • Bisogna differenziare: I costumi del dune di lynch gli adoro, specie quelli della gilda spaziale, su quelli di “dune il destino dell universo” invece bisogna stendere un velo pietoso… Presente la principessa con le farfalle incollate addosso? Ed e’ un peccato perché la serie in se, tolti i costumi pessimi, non era affatto male… Oltrettutto chi fece i costumi aveva vinto l’ oscar per i costumi di amadeus ( parlo del “destino dell universo” eh, non del dune di lynch) vacci a capire qualcosa

  8. Ricordo quando ero piccolo e lo trasmettevano spesso in tv. A quei tempi non mi prendeva, ma credo che adesso me lo rivedrò. Grazie per avermelo fatto ritornare alla mente 🙂

  9. Questo non l’ho visto, ma effettivamente non hai tutti i torti, persino io ora come ora ho voglia di film come questi, leggeri e divertenti. E poi Kurt Russell devo ammetterlo, ho sempre avuto un debole per lui 😀

  10. Beh Stargate è stato un film che mi è piaciuto molto, sfruttando concetti semplici (la teoria degli egizi visitati da alieni gira da decenni ormai) e adattandola ad un action movie con un buon cast e discreti effetti speciali.

    anche la serie che tirarono fuori (Stargate SG1) non era male come idea alla fine

  11. Ok vai giù sul serioso e stimoli dotte disquisizioni! Un filmone che avevo un poco ri-mosso e che ri-metto in stand by ma con l alternativa di un Margarita.
    Sheraglugluglurgeberesedarelarsura

  12. Secondo me è meglio la serie ma Russel è magnifico, parimenti al cattivo efebo che poi si scopre d’un’altra razza ecc ecc… Con nel mezzo perfino il bambino scemo che deve morire, l’atto eroico, il riscatto di un popolo e la bomba atomica, che dobbiamo pure giustificare se le costruiamo no? 😀
    Comunque è vero quello che dici, se si ama la fantascienza classica, questo film c’è tutto e gli effetti speciali, pur invecchiati fanno ancora la loro figura, specie se sottolineati da audio con volume regolato a dovere.

    Ma con ‘sto caldo non sarebbe meglio qualcosa tipo la Nona Porta oppure Underworld? Con un po’ di neve e vampiri dalla pelle fredda, si sa, dormiamo meglio no? 😀 😀

dai commenta! Non fare il timido

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...