L’ultimo dei templari (Season of the witch)

Gli ultimi saranno i primi?

1

Della serie facciamoci del male, per l’ennesima volta abbiamo tramutato un titolo originale straordinario (season of the witch) in una porcheria italiota immane: “l’ultimo dei templari”.
L’ultimo templare ha gli occhioni sgranati di Nicholas Cage, ha il parrucchino posticcio di Nicholas Cage, ha le uniche due espressioni disponibili di Nicholas Cage.
Che a noi Nicholas Cage ci piace. Il vero motivo sfugge all’umana comprensione ma ci piace.
O meglio ci piace il genere di film a cui lui, ultimamente sempre piu’ svogliatamente, si approccia.

2

Qui si parla di peste, di medioevo e di streghe, sullo sfondo delle crociate.
Crociate a cui il nostro Nico partecipa, vincendo battaglie su battaglie nel corso degli anni.
Poi succede che gli affidano la custodia di una strega (o presunta tale) da scortare in un viaggio lungo sei giorni.
Da bravo e valoroso crociato Nico accetta (tanto ha vinto battaglie su battaglie).
E la prima sera la strega gli scappa (!!!?!).
Il resto lo lascio guardare a chi ne avesse l’illegittimo desiderio.

4

Da parte mia dico che mi aspettavo il nulla. Ed invece ho trovato una storia gustosissima, una bella strega, ed un granitico Ron Perlman.
C’è la peste (qualcuno ha detto “Black Death”? bè quel film è un altra cosa) c’è un demonio grosso una casa (qualcuno ha detto “Solomon Key”? bè anche quello è un altra cosa) e c’è un nutrito gruppo di monaci zombi.
Ci sono delle belle mazzate, i lupi mannari, le foreste incantate, gli spadoni scintillanti e buoni effetti in computer grafica.
ah dimenticavo…c’è anche il nostro Nicholas col parrucchino.

Annunci

56 commenti su “L’ultimo dei templari (Season of the witch)

  1. Tu sei sempre magnifico nelle tue rece, Lupo, ma qui nemmeno il tuo bel periodare può lenire la sofferenza che mi arreca il solo ricordo di questa immonda schifezza.
    E dire che nicolascaig piace a pure me, pur senza farmi impazziare.
    Misteri della vita.
    E dei parrucchini 😀

    • parrucchino strepitoso questa volta….fatto anche bene, che in più di un occasione mi son chiesto se fossero ricresciuti… o magari glieli fanno in computer grafica? grazie mille per i complimenti lap, sul film non posso biasimarti, non è sicuramente il top…ma come sempre ad aspettative basse (le mie in questo caso) a volte corrispondono soprese… alla fine me lo sono gustato come un piatto di maccheroni…

  2. Lo noleggiai a suo tempo anch’io senza molte speranze, anche perché temevo un polpettone senza arte nè parte, con le solite panzane sui templari… ed invece mi sono divertito parecchio, soprattutto quando sul finale il demonio si scatena! Anzi, per un po’ si parteggia per la strega… vittima innocente dell’inquisizione ed invece qui i “buoni” sono proprio gli inquisitori, altro che!
    Vedere strisciare sulla cupola dentro la cappella, quel demone stile “pazuzu” ma più pipistrellesco è una figata…
    Sai cosa, spezzando una lancia a favore di Lapinsù, se uno si aspetta recitazioni più in stile Murray Abraham che fa Bernardo Gui ne “Il nome della rosa” o Jeremy Irons che fa il conte Tiberias in “Kingdom of Heaven” di Scott, ci resta male, ma se cerchi effetti speciali dignitosissimi ed un bel demone, allora è tutto ok!

    • Ehehe grande kasa, pero la lancia dicendo cosi la spezzi x me 🙂 comunque era ora!!!! Finalmente non mi sento piu solo nell aver apprrzzato questo filmaccio…. Demone di un kasabake!!! 😀

  3. Il discorso delle apsettative è un classico della gioia e della delusione: pensa che, quando a suo tempo volevo andare al cinema a vedere “Hansel and Gretel: Witch Hunters“, alcuni amici mi sconsigliarono, definendolo una cagata pazzesca e facendo confronti impietosi con il film di Gilliam “ The Brothers Grimm“… quando uscì dal cinema ero invece felicissimo e non ti dico la faccia che hanno fatto i miei amici quando ho detto loro che il film di Wirkola era più bello (detto da me che adoro Terry Gilliam…), perché il nostro pazzo norvegese “giocava in casa”, sul suo territorio, mentre Gilliam era lontano sia dallo stile di “Brazil” (per me il suo capolavoro) ed anche da “Twelve Monkeys” (per me il suo secondo posto, ma i gusti son gusti, si sa).
    Leggerti è troppo bello!!

    • Ehehe kasa, condivido sulle 12 scimmie, sono in disaccordo su hansel, che a me non e’ piaciuto per colpa…indovina un po’ …delle aspettative. Dopo dead snow, da tommy mi aspettavo un supercapolavorosplaterhorror…. Son sicuro che visto senza attese avrebbe colpito nel,segno..un po come e’ successo con i templari….. E come sempre grazie un milione dei complimenti 🙂

  4. Che dire Ron Perlmanè sempre Ron Perlman e vale da solo il prezzo del biglietto, diciamo così… Inoltre deve essere talmente banale e scontato, da risultare imperdibile! 🙂

  5. Un peccato, per via dell’ennesimo soggetto, vecchio sì, ma comunque interessante, trattato e sviluppato male per far contenti tutti i Peter Griffin del mondo che vanno svogliatamente al cinema.

      • Beh, tutto va contestualizzato e visto sotto una certa prospettiva “propria”. Però, è brutto vedere denaro, risorse e in un certo qual modo “talento”, venir buttati all’acqua di rose, solo perché bisogna far rimbecillire un pubblico sempre più pigro e svogliato. Comunque, grazie del benvenuto e già che ci siamo, mi farebbe piacere sapere il tuo punto di vista sulla mia ultima “fatica”: “Maggie”.

  6. Nicolas Cage? Grazie, ma grazie no: non è un attore è un sasso con le capacità espressive… di un sasso appunto.
    Il tempo che ci è concesso è limitato e onestamente non mi va di buttarlo via.

  7. Ricordo tristemente i latrati di totale disperazione che emisi nel corso della visione del film a cui mi trascinò un amico (o presunto tale…) 😦
    Per me, bocciato senza appello…

  8. L’ultimo templare come l’ultimo dei mohicani o come l’ultima crociata di Indy, chissà. Di certo i nostri titolatori sono ultimi. Il film a me è sembrata una mezza calzetta, tanti soldi buttati via per una sceneggiatura che un bimbo di 5 anni avrebbe reso più complessa, ricca e sfaccendata. Però vabbè, date le premesse, “what you see is what you get”, parrucchino compreso.

    • Sempre ultimi… Che non e’ che serva poi tutta questa fantasia no? A volte basta tradurre letteralmente l originale…. Ma no.., noi no… Troppo facile 🙂 ciao marchino

  9. Che trauma.
    Il trailer mi aveva fatto pensare a un film avventuroso con magari in mezzo la negazione del concetto di strega (ci viaggiamo insieme, scopriamo che non è così & stuff).

    Poi non so cos’è successo. E’ iniziato il film e mi sono cadute le braccia, le gambe, la pizza e le palle. Anyway, bel parrucchino.

    • Ciao madame, e benvenuta a bordo!!!!!!!! Credo che la strega che poi diventa demone ma all inizio sembra buona volesse essere un abbozzo di plot twist… Che poi la sceneggiatura faccia quel che puo e’ probabilmente dovuto al budget… Troppi investimenti sui capelli del nico. Bisogna prenderlo cosi’ come una goliardica cazzatona, ma divertente.. 😉 un salutissimissimo

  10. Io mi aspettavo grandi cose da quel titolo (bravo imbecille che non ho letto prima l’originale… erano altri tempi!) e invece mi sono ritrovato con tutt’altra… pasta… tra le mani.
    Deluso, molto deluso.

  11. Andiamo per gradi… intanto, questo l’ho visto e mi sono pure divertita… il personaggio della strega mi piaceva assai e anche se non amo particolarmente Nicolas Cage, col parrucchino ha il suo perché 😀 e il tutto mescolato insieme (parrucchino incluso) fa un film divertente divertente (almeno per me, ricordo di averlo visto volentieri, anzi, quasi quasi me lo ricerco) nonostante le fosche aspettative (sempre colpa di Nicolas Cage).

  12. Da fan di Cage non posso non averlo visto. Ti faccio i miei complimenti per l’articolo, davvero esaustivo ed incalzante.
    Già che passo di qua approfitto per lasciarti il link della mia categoria principale e ti invito a dare una letta a tempo perso a qualche mia storia. Ogni commento e recensione, cattiva o positiva è sempre ben accetta.
    https://afreeword.wordpress.com/category/5-words-for-one-story/
    Scrivo una storia a settimana partendo da 5 parole che uno sconosciuto mi da.
    Ti aspetto nel mio blog e intanto ti lascio il follow visto che sono sicuro troverò piacere a leggerti anche in futuro

  13. Sarà che leggendo il titolo mi ero preparato a vedere una sorta di sandalone medievale e invece mi sono ritrovato davanti una strega, un demone e dei monaci che zombano ma devo ammettere che questo film mi è piaciuto davvero parecchio. Non è un capolavoro, è un film da cazzeggio, però è gradevole. Come ha detto Lupo, poi, il parrucchino di Cage è veramente straordinario!

dai commenta! Non fare il timido

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...