La serra trema

In bocca al lupo

image

Grazie al mitico Scalzo, del blog scalziquotidiani, vengo a conoscenza di una nobile, nobilissima iniziativa per tutti noi horror-dipendenti della penisola, cose che non possono che far piacere a quelli come me che sono sempre alla ricerca di giovani talentuosi che siano in grado di rilanciare l’horror italico.
E allora, per una volta che qualcuno si da da fare davvero, spargiamo fieri la voce. Il progetto che sono onorato di promuovere si chiama “La serra trema” festival horrorifico e non solo.
Cito dal sito:
Mossi dalla passione per il cinema artigiano, macabro e rurale, l’anno scorso abbiamo organizzato la prima edizione de La Serra Trema un festival di cinema ma non solo.
Ci è piaciuta soprattutto l’idea di portare il cinema di genere in campagna. All’interno di uno spazio più che funzionale per un festival, ma che di solito ospita sagre e feste paesane, anche molto frequentate: il Tendone de La Serra di San Miniato (Pi). E questo rende il tutto molto più artigiano e rurale, ma anche originale!
Abbiamo organizzato una retrospettiva su Dario Argento e Jesus Franco, riuscendo ad invitare alcuni esperti come Antonio Tentori.
Abbiamo invitato case editrici, esperti di make up, artisti, dj, ecc.
Quest’anno abbiamo deciso di dedicare il festival a Dylan Dog. Vogliamo invitare esperti, dare visibilità ad artisti emergenti (per i quali abbiamo organizzato tre concorsi) e dare la possibilità agli appassionati di vivere due giorni indimenticabili.

Per saperne di piu’ riporto i link

Pagina Facebook
Sito Ufficiale
Campagna Crowfunding

Abbiamo bisogno di tutti gli appassionati possibili e immaginabili per sostenere questo festival “Macabro, Rurale e Artigiano”!!!

Annunci

8 commenti su “La serra trema

  1. Queste iniziative dovrebbero essere molto più frequenti e pubblicizzate. Servirebbe una forte scossa al cinema italiano, che produce buone pellicole sempre più di rado, fossilizzandosi quasi esclusivamente su commedie (molte delle quali fanno piangere dall’orrore, non ridere). Ci ha provato Salvatores, regista che adoro, con “il ragazzo invisibile”, provando a portare nel nostro bel paese un genere che in Italia non viene mai considerato dagli addetti ai lavori. Sarebbe bello vedere anche la rinascita del genere Horror italiano. Al prossimo commento Lupo 😉

    • Ho scritto male, ovviamente con “il ragazzo invisibile” Salvatores ha cercato di introdurre in Italia il genere del conecomic. Da come ho scritto, sembra che si tratti di un horror

dai commenta! Non fare il timido

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...