(piccolissima) maratona La Fortezza

2013: La Fortezza

fortezza

Le fortezze di Lambert sono due.
Una del 1992 e una del 1999.
Quella del 1992, che per i cinemarkettari italiani è del 2013, nel senso che il titolo vagamente distopico è per l’appunto “2013: La Fortezza”, è una bella fortezza. O meglio è un film di fantascienza low-budget, con Lambert che recita per tutto il tempo con le sue due espressioni disponibili. L’espressione 1) è quella da bello e dannato (e gli riesce male), l’espressione 2) è quella col sorrisone ebete alla Tarzan e tanto di gne-gne finale (e gli riesce pure peggio).
A noi Cristopher sta comunque simpatico, ha fatto “Raiden” nel film di “Mortal kombat” e tanto basta per dargli affetto.
Tolto Lambert, che nella fattispecie un certo peso ce l’ha essendo il protagonista, la pellicola, dicevo, è abbastanza godibile.
Racconta di una super-fuga da una prigione ultra-sofisticata, il che ricorda per certi aspetti i vari “Fuga da Abslolom” e piu di recente “Lockout”. Il film è vincente perche’ intrattiene senza diventare noioso, è ricco di trovate efficaci e gode di una trama senza troppi buchi di sceneggiatura. Cioè, pur essendo fantascienza, risulta abbastanza credibile, e, soprattutto, è squisitamente anni ottanta nello sviluppo e nella struttura dei personaggi.
Sarebbe stato bello fermarsi qui e lasciare a “2013 la fortezza” il suo status di piccolo cult retroattivo.

La Fortezza: segregati nello spazio

1445083406_731683758001_trailer-2006-09-183_still

A distruggerne il ricordo ci penso io, guardandomi poco dopo, la seconda fortezza, quella “nello spazio”, del 1999.
E qui la cosa si complica.
In “La Fortezza: segregati nello spazio” la prigione è su un satellite orbitante, ci sono gli scarafaggi con le telecamere incorporate, c’è la donna guerriera alla Vasquez di “Alien”, e c’è ancora lui.
Cristopher.
Le espressioni sono sempre le stesse due, solo che qui Lambert appare anche decisamente svogliato. Che già il film non aiuta, se poi ci mettiamo anche un protagonista senza la verve necessaria il dramma è inevitabile.
Ed effettivamente drammatica è la situazione che ne risulta: non solo noiosa ma anche assolutamente surreale, con un piano di fuga che piu’ imbecille non si puo’, e, naturalmente, una completa (e onestamente assurda) riuscita dello stesso…. tarallucci e vino e lallalà.
Consiglione per gli acquisti: se non si era capito, il primo, volendo, merita, il secondo proprio no, un ciofecone spaziale di dimensioni abnormi, indifendibile anche se siete fan del Lambertone.

Annunci

43 commenti su “(piccolissima) maratona La Fortezza

  1. Il primo era un mio personale cult quando ero bambina e lo guardavo sempre quando lo davano su Italia Uno, di nascosto perché c’era la viulènza. Il secondo l’ho sempre evitato perché immaginavo il ciofecone.
    Ah, a giudicare dall’ultima foto col boxerone bianco, ‘sta fortezza somiglia alla clinica per dimagrire dove va Fantozzi.

    • Oh medusina carissima, il primo c ha tanta viulenza per na bimba e’ effettivamente a rischio arrested development… 🙂 il secondo e’ meno viulento e fa pure schifo..il mutandone si vede nelle prime scene e giuro che ho pensato la stessa cosa…. Sotto il mutandone c’e cristoforo che conciato cosi fa anche un po senso… 🙂

  2. Lambert non è mai stato un grande attore, ma Mortal Kombat a parte, i suoi Conner MacLeod e John Clayton-Tarzan sono dei signori personaggi. Paradossalmente, Lambert con tutta la sua fissità sta a Tarzan come Schwarzenegger sta al Conan howardiano, la morte sua. E non dimentichiamoci che sifonava la Parietti quando era LA Parietti 😉

  3. Ah… i bei tempi andati dove il buon Lambert, quando non si spupazzava l’Alba Parietti nazionale,si cimentava in questi filmoni…
    Il primo fortezza è, pur con tutti i suoi limiti ovviamente, un filmone veramente per il suo tempo. Certo, non coinvolge come gli Highlander (soprattutto i primi 2), però è genuino e si guarda con piacere.
    Ti confesso che il secondo mi sono sempre rifiutato di vederlo temendo la ciofèca (che tu mi confermi) quindi direi che sono stato molto saggio…

    Per quanto riguarda il da te citato Lockout l’ho visto proprio poche settimane fa e l’ho trovato semplicemente aberrante. Ammetto che Guy Pearce mi sta un pochino antipatico, comunque il film è proprio una sciorinata di stronzate senza fine. Giusto il bel visino della biondina (già vista in Lost e nei due Taken di Liam Neeson) può salvarsi…

    Sul genere ti consiglio, anzi no, STRA consiglio Escape Plan (http://lapinsu.wordpress.com/2014/03/21/escape-plan-ovvero-sly-schwarzy-goduria/) che immagino però tu abbia già visto 😀

    • ciao lapppp, sì escape plan l’ho gia visto e concordo, gran pezzo di film con i due inossidabili fianco a fianco, lockout a me non è dispiaciuto, ma de gustibus, sulla fortezza invece siamo tutti d’accordo… il secondo se te gusta puoi guardarlo giusto per farti due risatone 😉 un salutissimo

  4. Lambert non ha azzeccato una lunga serie di film, nei quali conto anche le due Fortezze.

    O è più corrette dire che una lunga serie di film non hanno azzeccato a prendere Lambert.
    Persino la Parietti se ne accorse

    • ehehheh no no ti correggo, da quanto ne so è stato il lambertone a mollare l’alba…. poi il gossip non è la mia materia e posso pure sbagliarmi….. sui film, be dai mortal kombat è il re delle ciofeche divertenti e lamberto con i capelli lunghi e bianchi da solo vale la visione…. un salutone scalzo 😉

  5. Lambert toppa tutti i sequel, esempio divenuto leggenda di come un sequel è prevalentemente un pessimo film: HIGHLANDER 2. Il primo capolavoro immenso, il secondo… lasciamo perdere, inspiegabile quanto imbarazzante la partecipazione di Connery.

  6. Mi manca… lo vedrò anche solo per la seconda delle due espressioni di Cristopher Lambert! Ma… una cosa… magari eviterò il seguito… però sono curiosa: che Lambert appaia anche “decisamente svogliato” può dare adito a una terza espressione? (addirittura) Te lo chiedo da neofita 😀

    (la parola distopico inizia a diventare parte integrante della mia quotidianità 😀 non ne possiamo più fare a meno, nevvero?)
    (sempre un piacere leggerti, distopico o no che sia il film, bella recensione!)

  7. Io highlander l’avevo visto! Mi ricordo solo un sacco di saette e uno con la voce roca che non parla, ma mugugna e che poi muore pure..tiè! e fra/tra l’altro l’hanno fatto stasera..l’highlander.
    Comunque, so che è fuori decennio, maaa tu ti sei visto I guardiani della Galassia?

  8. La prima Fortezza me l’ero addirittura visto al cinema con mio padre e si trattava pure del cinema dell’Oratorio (e adesso che ci penso dovevano eleggere papa il parroco che ha deciso di proiettare in un cinema d’Oratorio un film di fantascienza con tanta viulenza). Nostalgia a secchiate. Il secondo… boh, forse l’ho visto per dovere di completezza, ma onestamente non riesco a ricordare una scena che sia una, quindi forse non l’ho nemmeno visto.

dai commenta! Non fare il timido

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...