Alta tensione

Paura francese
Haute-Tension_5

Che io vada matto per Alexandre Aja, non è una novità (la rima non era voluta, ma la lasciamo lo stesso).
Trovo che lui, ed in generale tutto il nuovo filone horror francese, siano un bell’esempio di come si possa ri-costruire un genere, azzardando idee nuove e contemporaneamente pescando a piene mani dal passato.
“Alta tensione”, datato 2003, opera prima, o quasi, del regista in questione è un filmone imperdibile.
Imperdibile per il bell’esempio di regia pulita, didattica ed efficace, imperdibile per la storia, da slasher classico condita con un bel plot-twist finale che decisamente vi lascerà di stucco. Imperdibile perché è uno dei film che sa distinguersi nel marasma piatto e noioso delle piu’ recenti produzioni di genere. Imperdibile perché nella colonna sonora, (stiamo parlando di un horror ben condito da carneficine e deliri psicotici) c’è “Sarà perché ti amo” (???!!!?) dei Ricchi e poveri…e ho detto tutto.
A discapito del titolo, che non brilla certo per personalità o empatia di sorta, il film scorre fluido e godereccio, e regala buoni momenti di sana, sanissima, imperturbabile suspence.
Non ci facciamo mancare niente, dall’assassino buzzurro, grosso e cattivo al furgoncino inquietante stile “Wrong turn”; ci sono rasoi, motoseghe, nascondigli improvvisati, fughe improbabili e sangue a fiumi.
La storia ci racconta di due ragazzotte di belle speranze che si rifugiano nella casetta di campagna per preparare un non meglio precisato esame universitario.
Dopo dieci minuti scarsi di incipit uno s-conosciuto suona alla porta nel mezzo della notte e comincia la mattanza.
La mattanza in questione tiene inchiodati alla sedia per i successivi settanta minuti.
Sarebbe bellissimo spoilerare il finale, perché, tolta la comunque ottima gestione del thrilling, è proprio nei minuti finali che la pellicola dà il meglio… Ma spoilerare non si puo’, me lo sono imposto, quindi non mi resta che consigliarlo a tutti quelli che non l’hanno visto.
L’unica raccomandazione è, come sempre, che piaccia il genere.

Annunci

48 commenti su “Alta tensione

  1. è un gioiellino che anche io consiglio sempre…di quelli che ti chiedi dolorosamente ‘cosa manca a noi italiani per fare un film del genere?’
    la presenza dì ‘sarà perchè ti amo’ è davvero una chicca, scena deliziosa…
    non sono invece d’accordo sul plot-twist finale, che per me è l’elemento peggiore del film.
    Tutta la pellicola è un godibilissimo, riuscitissimo omaggio a certi survivor horror degli anni ’70…ed Aja è così folologicamente corretto da richiamare anche un maestro nostrano degli effetti speciali di quegli anni (giannetto de rossi)…
    il plot twist finale l’ho quindi percepito come un tradimento, un’ibridazione posticcia con certo new-horror…
    Avrei preferito fosse rimasto ‘duro e puro’ , senza forzare la mano inserendo colpi di scena che ho percepito, mi ripeto, come posticci

    • Ciao corrado, certo, ti capisco perfettamente, anche io fino a “quella scena li'” ho pensato le stesse cose, un bellissimo tributo al miglior horror, senza fare niente per nasconderlo, poi c e’ quella scena li’ che proprio perche’ arriva alla fine secondo me non guasta il lavoro fatto ma anzi, lo stravolge e lo rinnova, aggiungendo la classica ciliegina. E’ un punto di vista, cio’ che mi fa piacere e’ che tolto il plot twist la pensiamo uguale 🙂 un caro saluto 🙂

  2. Mi hai incuriosito, lo vedrò volentieri… e “nonostante” i Ricchi e Poveri 😀 Che fra l’altro ieri sera m’è capitato di vedere un vecchio loro spezzone, la brunetta aveva uno sguardo spiritatissimo, vagamente demoniaco… non stento a credere che siano stati inclusi in uno slasher movie.

  3. Non l’ho mai visto, me lo sono spoilerato e quindi mi è passata la voglia di vederlo, che Alta Tensione è senza tensione? Però senza sapere il twist finale probabilmente non avrebbe attirato la mia attenzione.
    Comunque la morale è che non si va nelle casette di campagna isolate che poi succedono le brutte cose, il 70% dei film degli ultimi 15 anni si svolge in quel contesto, possibile che non abbiano ancora imparato questi personaggi?

  4. Sai lupo cosa mi piace delle tue recensioni? Che lasciano intuire quanto tu capisca di cinema (tecnicamente intendo) epperò non hanno mai quel piglio noioso o didascalico che gli esperti tendono ad assumere quando parlano. Sono briose, divertenti e interessanti. Addirittura riescono nell’ardua impresa di instillarmi la voglia di vedere un film horror, che di solito schifo come la peste.
    Ciao lupo, e buon w-end!!!!

  5. tu dici mmmm? x questa sera ‘me sparo’ Avangers e credo che per un po’ starò apposto.
    Tu che farai lupetto caro? Ci apptronti un altro (h)orrorino?

    sherahahahpoverinoicominciadiluviàetonapure

  6. Devo dire che mai mi sarei aspettato di trovare i Muse in un film del genere! E nemmeno i Ricchi e Poveri, ma quello è un altro discorso.
    I dettagli sono molto curati e la regia non è affatto male.
    Cos’altro consigli di Aja? (a parte il remake de Le colline hanno gli occhi che ho già visto).

    • Beh, se non l hai visto credo che mirrors ( in italiano riflessi di paura) sia un buon film, a me non è’ dispiaciuto nemmeno -2 livello del terrore che pero’ sicuramente non e’ all altezza di alta tensione… Se ti piace l horror francese, merita sicuramente un occhiata anche xavier gens con i suoi frontiers e the divide, e laugier con martyrs

            • diciamo che il nuovo filone horror francese (nuovo per modo di dire) e’ abbastanza particolare….. Dipende dal tuo gusto personale…sicuramente siamo abbastanza lontani dai classici americani…. Bisogna vedere cosa ti piace… Io personalmente li apprezzo… Credo stiano portando qualcosa di nuovo… Ma tra questi e i giappi 😀 giappi tutta la vita :mrgreen:

  7. Ieri sera ho visto Maniac (2012) su Rai 4, Aja ha curato la sceneggiatura. Molto bella la regia, ma il film mi ha trasmesso poco. Tu l’hai visto?

    • Si l ho visto, e concordo con te… Oltretutto credo che il protagonista fosse non propriamente azzeccato….. Ormai per tutti, lui e’ il suo personaggio storico….come maniaco fa un po ridde…non trovi?

        • Personalmente facevo fatica a trovarlo credibile (wood intendo) probabilmente e’ un mio limite…. Pero continuavo a vedere Frodo dappertutto….. Certi ruoli ti si appiccicano per sempre 😀

          • Su quello non discuto. Il ruolo avuto ne Il Signore degli Anelli lo “perseguiterà” per parecchio, un po’ come Harry Potter per Daniel Radcliffe.

dai commenta! Non fare il timido

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...