Snowpiercer

l’ultimo treno

Snowpiercer

Buona parte del popolo della rete ha detto un gran bene di questo prodotto. Me lo sono gustato anche io, e non vedo l’ora di unirmi al coro.
Allora… c’è sto trenino in computer grafica che gira intorno al mondo. Il mondo è tutto surgelato per via della glaciazione che nel 2014 (!!!) distruggerà ogni forma di vita sulla terra.
Si salvano giusto gli occupanti del trenino e un orso polare che fa la sua comparsata sul finale. Gli occupanti del trenino in questione sono divisi in classi, come accade già oggi.
In terza classe si sta malissimo e ci sono gli scarafaggi mentre in prima stanno da dio. Segue avvincente rivolta dei poveri contro i ricchi alla “Elysium”.
Il film, ce lo racconta quel geniaccio di Bong Joon-ho, regista coreano già autore del mitico “The host”.
Il ragazzo ha sicuramente classe, intanto sceglie gli attori giusti, Chris Evans e Ed Harris (si’ quello di Apollo 13) su tutti, ed una irriconoscibile e impertinente Tilda Swinton, poi si inventa una regia sempre lucida e coerente con se stessa ed un finalone ricco di colpi di scena.
“Snowpiercer” merita, è un bell’esempio di fantascienza senza mostri e senza spazio, una storia che si presta a tante letture, ricchissima di spunti ben sviluppati e di altri da sviluppare dopo, a fine visione, interloquendo con chi l’ha visto sul come e sul perché.
Un film che ha fatto parlare e farà parlare ancora…e tendenzialmente sempre in bene. Adesso dal buon Joon-ho aspettiamo la terza prova, ma con due precedenti come “The host” e “Snowpiercer” scommetto fin d’ora in un prodotto di livello.
Per chi non l’avesse visto il consiglio è ovviamente quello di guardarlo subito.

Annunci

39 commenti su “Snowpiercer

  1. Questo volevo vederlo! peccato l’abbiano tenuto al cinema dove vado di solito tipo per un giorno… cavolo… ora voglio vederlo ancora di più, ne avete parlato bene proprio tutti 😀
    Ottima scelta Lupo, devo dirtelo/scrivertelo

  2. Mi fa piacere che ti sia piaciuto, ne ho scritto anche io una recensione, ed ora che l’hai visto dovresti farci un salto se ti va, forse l’elemento che mi é piaciuto di meno é stato il finale, troppo sbrigativo, non lo so, ti lascia sul più bello, non mi ha convinto…

  3. Elysium! Mi sono detta e poi anche la canzone del nostro DeGregori;-)
    però vabbe. .. chissà… hai visto mai…essi’ hai visto? Visto cosa? Massi’ che…
    sher ahah

  4. The Host devo recuperarlo, anche perchè questo Snowpiercer mi ha conquistato pienamento: veramente un bel film, concordo con te. Forse solo il finale (con il colpo di scena in realtà abbastanza prevedibile) mi ha lasciato con l’amaro in bocca

    • The host forse e’ un gradino sotto, ma comunque gran pezzo di fi..lm, e’ un po piu orientale…. Non so se rendo… A noi dell’ovest certe cose risultano meno comprensibili…pero’ il mostrone e’ strepitoso 🙂 cia lappppp 😉

  5. Sì, il finale è decisamente deludente e prevedibile. Forse avrebbe potuto dilungarsi meno per dargli una maggior compattezza narrativa…resta comunque uno tra i miei preferiti di questo anno. La scena della battaglia al buio poi?!?!?! Parliamone!!!!!!

      • Mi permetto allora di consigliarti un altro film uscito quest’anno e che mi ha ben impressionato, più vicino al genere “che ce garba”: il nuovo Godzilla tira giù i numeri e scalcia Cooli come non pochi.

        A parte la trama secondaria del Marine e “Ken Watanabe che fa facce” (cit. Doc Manhattan) , è un Kaiju Movie decisamente con i controcazzi.

  6. Poi girare un intero film all’interno di un treno, non è cosa da poco. Come dicevo sul mio blog, inizialmente mi ha lasciato l’amaro in bocca, ma poi riflettendoci, non è per niente male…

  7. Certi locali si riempiono da soli e certi altri restano vuoti, anche se magari servono bevande di altissima qualità… vengo adesso dal tuo post su “Phase IV” del geniale Saul Bass e…niente!
    Non c’era nessuno nei commenti… com’è possibile?
    Dai, sarà anche vintage ma è davvero molto bello ed innovativo…

    Poi vengo qui da “Snowpiercer” e c’è il pienone e sai perché?
    Perché c’era Captain America dentro e la gente voleva vedere cosa combinava…
    E’ come se la Kidman avesse interpretato la parte di Geum-ja, la donna che si vendica dell’uccisore di bambini in “Chinjeolhan geumjassi (Sympathy for Lady Vengeance)”, allora tutti ne avrebbero parlato, nel bene e nel male ed invece quasi nessuno chiacchiera dei tre capolavori di Park Chan-wook…

    Fortuna che ci sei tu, Lupo, a risollevare un po’ le sorti del cinema asiatico, riuscendo sempre con il tuo stile e la tua grazia ad ecumenizzare le genti tue lettrici verso il bello-bello…
    Tra l’altro anch’io mi unisco al coro, come te, che ha cantato le lodi dell’ultimo film di Bong Joon-ho, che si è scritto e diretto tutto da solo (guarda coincidenza con il nostro buon Park Chan-wook come produttore esecutivo!).
    Anche “The Host” mi era piaciuto e molto, ma non quanto il giallo “ Memories of Murder”, sarà che io adoro i film sui serial killer… con i poliziotti coreani che durante gli interrogatori dei sospettati fanno sembrare i torturatori della CIA delle mammolette…

    • Eeeh maestro che dirti, phase soffre di una totale impopolarita’ data dal fatto di essere sconosciuto ai piu’. E condivido la tua opinione, e’ un peccato sia sconosciuto proprio perche’ e’ un buonissimo film. Snowpiercer invece soffre di popolarita’ estrema…e diciamocelo, la merita tutta. The host l ho apprezzato anche io, ma ho trovato la parte centrale un po sottotono rispetto al resto del film…inizio e finalone sono da antologia del cinema orientale

      • WP mi sta facendo impazzire… questo tuo commento non mi era nemmeno stato notificato… l’ho scoperto casualmente andando a rivedermi un altro tuo posto e ripassando per questo qui ho trovato il commento! Dai,.è pazzesco…
        Comunque, visto che sono fuori tempo massimo sarò telegrafico: Snowpiercer è splendido e fanno bene a parlarne il più possibile.
        The Host è esattamente come lo hai descritto (ho adorato il finale).
        Se ci aggiungi il suo secondo film, quello sul serial killer, direi che non ne sbaglia una!

dai commenta! Non fare il timido

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...