Adele e l’enigma del faraone

L’abito non fa il monaco

Adele-e-lenigma-gall1

Già il titolo originale (Les aventures extraordinaires d’Adele Blanc-sec) non era granchè… ma grazie ai geni del marketing italico siamo riusciti a fare di peggio e lo abbiamo chiamato “Adele e l’enigma del faraone”. Una roba che piu’ schifosa non si puo’. Anche perchè di enigmi ce ne son ben pochi e il “faraone” in questione è in realtà una mummia sfigata resuscitata da uno scienziato con poteri paranormali allo scopo di salvare dal coma la sorella di Adele.
Da questo momento spoiler a go-go….
La sorella in questione è entrata in coma infilandosi uno spillone nella nuca a seguito di una caduta in una partita di tennis(!?). Il risveglio della mummia ha come effettaccio collaterale la schiusa di un uovo di pterodattilo fino ad allora conservato allegramente dentro una teca al museo di Parigi (…bah).
Adele a cavallo dello pterodattilo (!!!!??) rapisce il professore, che nel frattempo è stato condannato a morte (eh ??!!!!??!), per riportare in vita il medico di corte del faraone…..che poi si scopre essere un ingegnere (ma che c!°#++!).
Il suddetto ingegnere è stato prima trafugato dalla sua tomba in Egitto, e poi trasportato a Parigi dalla stessa Adele, fuggita ai suoi aguzzini infilandosi in un sarcofago che userà come zattera per attraversare le acque del Nilo.
Giuro…Non ho bevuto.
A grandi linee questa è la trama del film in questione. Se vi state chiedendo se valga la pena guardarlo la risposta è si. La pellicola è ironica, irriverente e divertente, molto kiddy, ma piace anche ai piu’ grandicelli. Sorvolate sul titolo e pensate a quanto di buono ha fatto Luc Besson. Adesso avete un motivo in piu’ per adorarlo.

Annunci

19 commenti su “Adele e l’enigma del faraone

  1. Da appasionati di storia egizia, io e mia moglie iniziammo a vedere questo film tutti gasati, ma non avevamo letto trame nè commenti, quindi ignoravamo che di egizio e di storico avesse ben poco.
    Decidemmo di spegnere il televisore dopo nemmeno un quarto d’ora, schifati.
    Mi è capitato poi, tempo dopo, di rivedere qualche scena: confesso di non aver cambiato immediatamente canale solo perchè la protagonista ha una bellezza magnetica fuori dall’ordinario. Tuttavia non ho resistito più di 5 minuti…
    Il Besson che preferisco è altro da questo, ahimè….

    • E’ una favoletta… Con una protagonista efficace..certo che con la storia egizia centra ben poco…pero’ io l ho trovata divertente e ben realizzata. Credo vada a gusti… 😉 un salutone lap!

      • ovviamente 🙂
        tutto va a gusti… ho adorato dei film che sono tali ciofeche che mi vergogno solo all’idea di ammettere di averli visti ahahahahhahahah
        alla prossima, lupo!!!
        PS: purtroppo da quando hai il dominio personale, i tuoi articoli non mi compaiono più sul reader di wordpress. Devo trovare un modo per restare cmq aggiornato sui tuoi post, sennò faccio come stavolta, che mi accorgo una settimana dopo del tuo pezzo 😀

  2. A parte che, dopo quella premessa, dire che il film va visto fa morire dal ridere, in effetti è un modo per passare un’ora e mezza, ma se te lo perdi proprio non ne risentirai. ma al momento l’unica Adele di cui valga la pena discutere si trova nelle sale con tanto di Palma D’oro. Correte a vederla.

    • Ciao Otello e benvenuto sul blog. La premessa e’ riferita al titolo, il film e’ un altra cosa, della serie “l’abito non fa il monaco” ( come da sottotitolo). Detto questo il film secondo me e’ divertente, e in quanto tale, come dici tu, regala una oretta e mezzo spensierata…e’ comunque un film per famiglie, non fa niente per nasconderlo e, credo, come tale deve essere giudicato. Le palme d’oro , gli orsi di Berlino e i leoni di Venezia sono un altra cosa. 😉

  3. Oh, signore! Sorvoliamo sul fatto che fanno vedere un film del genere su Italia 1, ma comunque su questo canale c’è già spazzatura (vedi Lucignolo, ad esempio). Comunque…devo dire che non mi è piaciuto. ‘ho trovato poco realistico. Avrei preferito se non mettesse quell’assurdità dello pterodattilo, sostituendolo con qualcos’altro. Cosa c’entra uno pterodattilo con l’Antico Egitto? Ma poi, di per sè il film era come diluito, era annacquato. Procede, secondo me, veloce, ma alcuni tratti sono lenti e pesanti. Questa è un opinione soggettiva, ognuno è libera di pensarla come vuole ^.^
    Insomma, io non lo consiglierei. E’ un film a basso livello, prodotto come in fretta, senza curare alcune cose che invece andavano curate per uno perfetto svolgimento. Bah, non l’ho trovato chissà che.

    -IsmaelFox

    • Ciao isma…ti invito a leggere il mio commento a Otello, giusto una riga sopra. Il fatto e’ che non vuole essere un film realistico…e’ tratto da un fumetto e quindi, lo pterodattilo secondo me ci puo’ stare…e’ poco piu che un film disney, pensato per far sorridere…poi certo che c e di meglio sulla piazza e altrettanto certo che i gusti sono gusti e come tali non si discutono. Io pero’ non l ho trovato terribile, certo bisogna prenderlo oer quello che e’. Un salutone e grazie per la pioggia di likes 🙂

dai commenta! Non fare il timido

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...